immagine pavimentazioni in pietra per piscine esterno giardino

Piscine in pietra naturale

La piscina è il sogno di tanti ma è anche un desiderio molto impegnativo che richiede attenzione e impone decisioni importanti, come la scelta dei materiali più adeguati e il design, poiché non deve contrastare con lo stile della casa e con l’ambiente in cui si inserisce.

Oltre alla classica piscina in cemento, considerata per anni l’unica opzione possibile, esistono anche altre tipologie di vasche che, in base alle diverse caratteristiche, si possono adattare perfettamente a ogni esigenza: stiamo parlando delle piscine in pietra naturale. Scopriamo insieme la loro convenienza.

immagine pavimentazioni in pietra per piscine esterno giardino
immagine piscina con pavimentazioni in pietra naturale – esterno giardino

Nuove soluzioni per il tuo giardino

Tra le varie alternative che offre il mercato, le piscine in pietra naturale sono tra le più interessanti e convenienti sia dal punto di vista della funzionalità e del design, ma anche sotto il profilo dell’eco-sostenibilità.

La pietra per bordo piscina e per il fondale, infatti, è un materiale del tutto naturale e, pertanto, si integra perfettamente nell’ambiente in cui è inserito e si presenta molto versatile e vario: diversi colori, svariate consistenze e caratteristiche che lo rendono utilizzabile con ottimi risultati in molti campi dell’edilizia privata.

La pietra è un materiale resistente e duraturo che riesce a rimanere inalterato per anni, riducendo al minimo il numero degli interventi di manutenzione necessari e giustificando una maggiore onerosità iniziale della costruzione della piscina, rispetto a una scelta più economica che potrebbe, invece, costituire un fastidio nel lungo termine.

Piscine in pietra naturale: una scelta eco-sostenibile

Una volta installate, diventano parte integrante del territorio in cui sono ubicate. Inoltre, non producono tossine o agenti chimici dannosi e non richiedono in alcun modo l’utilizzo del cemento o di lastre in acciaio in nessuna fase della loro realizzazione. In questo modo si salvaguarda l’ambiente e si scongiura il rischio di inquinamento delle falde acquifere. Un aspetto molto importante che in passato è stato trascurato molto spesso.

Piscine in pietra naturale: come si costruiscono?

immagine fontane acqua corrente in piscina
fontane acqua corrente in piscina

La realizzazione di una piscina in pietra è diversa da quella in cemento. La sua posa in opera, invece, è molto semplice perché, trattandosi di materiali naturali, non hanno bisogno di particolari accorgimenti e preparazioni.

Il pavimento verrà posato su un fondale di terra battuta o su un massetto in calcestruzzo e sarà la conformazione stessa della pietra lavorata a conferire alla pavimentazione un aspetto autentico e naturale. La pietra per bordo piscina è adatta sia per gli ambienti interni sia per quelli esterni e pertanto sarà perfetta per una fantastica piscina all’aperto con un caratteristico colore bianco caldo tendente al giallo paglierino.

Piscine rivestite in Pietra Taurina: i nostri prodotti

Tutti i prodotti de La Pietra Taurina si adattano e si integrano perfettamente a qualsiasi tipo di ambiente e arredamento e garantiscono la massima stabilità e sicurezza, caratteristiche da tenere sempre in considerazione, soprattutto quando si tratta di piscine e zone ad alta carrabilità o sottoposte a sollecitazioni costanti dall’esterno.

A differenza di quanto si potrebbe pensare, le piscine in pietra naturale non sono un lusso per pochi ma rappresentano la scelta migliore in grado di soddisfare chiunque dal punto di vista estetico e funzionale.

Un fiore all’occhiello in giardino

Come abbiamo già detto all’inizio di questo articolo, una piscina in pietra naturale rappresenta una grande opportunità per chi dispone di ampi spazi all’aperto e vuole trasformare la propria casa in un’oasi del relax dove trascorrere il proprio tempo libero in piena armonia con la natura. Tutto questo non è possibile con il classico cemento o con materiali artificiali ma solo con la pietra naturale!

Leggi anche i nostri consigli su come pulire i pavimenti in pietra

come pulire pavimenti in pietra piscina esterna

Come pulire i pavimenti in pietra: i nostri consigli

come pulire le superfici esterne pavimento in pietra idropulitricePulire i pavimenti in pietra non è particolarmente difficile a patto di tenere bene a mente alcuni piccoli accorgimenti.
Vediamoli insieme.
I pavimenti in pietra necessitano di regolare pulizia e di una corretta manutenzione, proprio come le ceramiche e gli altri materiali presenti in commercio.
Questo perché anche la pietra tende a sporcarsi, soprattutto se viene impiegata per pavimenti (o rivestimenti) all’esterno.
Insomma: è necessario lucidarla e trattarla in modo adeguato perchè la sua resa sia al top.

Negli ultimi anni si sta facendo sempre più ricorso alla pietra naturale per i pavimenti o per abbellire particolari ambienti domestici e conferire loro quel tono di eleganza e ricercatezza che non si otterrebbe con nessun altro tipo di materiale.

Esistono in commercio diverse tipologie di pietra, ognuna di esse con uno specifico colore e con una sua peculiarità. Tutte sono caratterizzate dalla medesima caratteristica: la resistenza alle sollecitazioni esterne, allo sfregamento durante la pulizia e agli agenti atmosferici, se utilizzati in ambienti esterni.
Solidità e resistenza sono, quindi, le qualità che chiunque decida di affidarsi alla pietra sa di poter trovare in un pavimento (o in un rivestimento). Ovviamente questo non deve far pensare che dopo la posa ci si possa dimenticare di pulire, lucidare e trattare la superficie.
Scopriamo come fare.

Indice

A che serve la manutenzione?

come pulire pavimenti in pietra piscina esternaPur essendo, come già detto, molto resistente e bella da vedere, la pietra non può e non deve essere trascurata. È un materiale con un’elevata porosità che la rende sensibile allo sporco e a polvere, muffa, raggi solari, inquinamento e pioggia. Ovviamente questo vale soprattutto quando è impiegata in ambienti esterni per arredare giardini, bordi piscina e viali.
Col tempo e senza manutenzione, questi agenti possono penetrare anche in profondità e corrodere in modo irreversibile la pietra. Si perderebbero così la sue più note caratteristiche: la resistenza e durata nel tempo.

Come pulire la pietra naturale

Un pavimento in pietra deve essere pulito con una certa regolarità con i prodotti giusti, senza agenti chimici aggressivi che possono danneggiare le superfici.
Una manutenzione costante, infatti, lo farà sembrare sempre nuovo, come se fosse stato appena realizzato.
Dopo la posa in opera bisogna attendere un periodo di almeno 3 mesi prima di effettuare un trattamento specifico. In questo modo il materiale avrà il tempo necessario per deidratarsi correttamente. Durante i primi 3 mesi è comunque possibile pulire pavimenti e rivestimenti in pietra ma solo con panni asciutti per rimuovere polvere e sporco superficiale.

Pulire pavimenti in pietra: manutenzione quotidiana

Per una pulizia quotidiana è sufficiente lavare la superficie con acqua e sapone di Marsiglia.
In caso di sporcizia localizzata in un punto del pavimento bisogna utilizzare un panno in cotone (pulito) o l’aspirapolvere.
Per lavare con acqua la superficie in pietra, invece, si può utilizzare anche un mocio. Se sono presenti delle incrostazioni difficili da rimuovere basta usare una spazzola.

Se le macchie sono difficili da pulire

immagine dettaglio pavimento in pietra naturale consigli puliziaSe non si tratta di semplice manutenzione ma di pulizia della pietra naturale su una zona specifica della superficie del pavimento, è bene utilizzare detergenti appositi a base alcalina. Questi detergenti sono in grado di pulire in profondità ma senza il rischio di danni o graffi.
Per ottenere un buon risultato e non avere rischi, conviene diluire questi prodotti in abbondante acqua e applicarli con un pennello delicato o a spruzzo. Successivamente bisogna lasciarli agire per qualche minuto prima di risciacquare.
Se le macchie da trattare sono di olio o grasso bisogna prima di tutto assorbire con un panno senza strofinare perché, come sappiamo, questo tipo di sostanze tende ad allargarsi per tutta la superficie, soprattutto se sfregato.
Dopo aver assorbito tamponando delicatamente la zona interessata, invece, è opportuno versare del borotalco che farà assorbire la sostanza oleosa.
Poi rimuovere il tutto con una spazzola morbida.
E se la superficie è stata compromessa da una gomma da masticare?
È un problema molto comune nelle pavimentazioni esterne.
Bisogna bagnarla con acqua calda o coprirla con dei cubetti di ghiaccio per poi rimuoverla con una spatola.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come i pavimenti in pietra naturale siano molto resistenti e robusti, ma solo se lavati costantemente e trattati con i prodotti giusti.
Se pensi di abbellire la tua casa con un materiale naturale, quindi, fai attenzione alla manutenzione e alla pulizia della pietra naturale e, dopodiché, goditi l’eleganza e lo stile che solo la pietra sa garantire.


Leggi anche

piatto-doccia-in-pietra-naturale-8

Piatto doccia in pietra: consigli per mantenerlo sempre pulito e brillante

piatto doccia in pietra naturale | box doccia
piatto doccia in pietra naturale | box doccia in pietra

Il piatto doccia in pietra: un elemento sempre più presente che, con pochi semplici consigli, manterrà nel tempo la bellezza e la luminosità del primo giorno.

La pietra naturale è solida, resistente e versatile. Sa adattarsi perfettamente a tutti gli stili e può rendere elegante ogni abitazione come nessun altro materiale è in grado di fare.

Può essere utilizzata per arredare in modo creativo sia gli ambienti interni che quelli esterni di ogni casa ma non solo. Le sue caratteristiche le permettono di essere impiegata anche in situazioni di costante sollecitazione, come accade per i top delle cucine o i piatti doccia.
Perché? Scopriamolo subito.

I vantaggi di un piatto doccia in pietra naturale

Un piatto doccia in pietra tende a macchiarsi molto meno di un comune piatto in ceramica. Questa proprietà rende meno faticosa la manutenzione e la pulizia di una particolare zona della casa come il bagno, costantemente utilizzata e soggetta a sporcizia e schizzi. La pietra, inoltre, resiste perfettamente al calore, all’umidità e ai continui sbalzi di temperatura.

Ma fermarsi solo al mero aspetto funzionale sarebbe riduttivo. A livello estetico, infatti, la pietra si adatta a qualsiasi tipo di arredamento e, proprio come accade per tutti gli altri ambienti di un’abitazione, può conferire un aspetto raffinato anche al bagno, pur restando molto pratica, facile da pulire e da conservare nel tempo.

Per mantenerlo sempre lucido e brillante, ti basterà seguire alcune semplici indicazioni. Scopriamo insieme quali sono.

Piatto doccia sempre splendente: i nostri consigli

piatto doccia in pietra | box doccia
piatto doccia in pietra | arredo interni

Non tutti i materiali sono uguali. Ognuno necessita di una pulizia particolare in base alla sua composizione chimica e al tipo di piatto doccia che si andrà a scegliere per il proprio bagno.

Ci sono pietre opache come il granito, ad esempio, che possono essere trattate con detergenti acidi senza ripercussioni sulla superficie, mentre il marmo o le altre pietre lucide richiedono maggiore attenzione e per questo si consiglia di lavarle con detergenti neutri.

Ma con che frequenza conviene pulirlo?

piatto doccia in pietra | consigli | la pietra taurina
piatto doccia in pietra | consigli | la pietra taurina

Per mantenere inalterata la sua brillantezza è indispensabile pulirlo costantemente anche solo asciugandolo con un panno in microfibra. Magari subito dopo aver fatto la doccia, per evitare che si formi il calcare sulla superficie.

Nelle condizioni di maggior necessità, invece, si può preservare la bellezza della pietra rimuovendo le incrostazioni con uno spazzolone, senza preoccuparsi più di tanto della violenza con cui si sfrega, perché i materiali naturali non temono le forti frizioni, né le ripetute sollecitazioni.

Rivestimento in pietra naturale quarzite bianca listelli spaccatelli

Tendenze arredamento 2020: sarà l’anno della pietra naturale

tendenze arredamento 2020 pietra naturale
Tendenze arredamento 2020 marmo granito e pietra naturale

Negli ultimi anni la pietra naturale e il marmo, in voga soprattutto negli scorsi decenni, si sono ritagliati una fetta di mercato importante in ottica di design e arredamento di interni ed esterni. A giudicare dalle anticipazioni delle nuove tendenze emerse già in autunno, infatti, il 2020 sarà l’anno del coronamento di questa moda.

La pietra è un materiale solido ed elegante che nell’immaginario collettivo è legato solo a un tipo di arredamento classico e tradizionale, che poco dovrebbe avere a che fare con il design moderno degli ultimi periodi.

Oggi questa convinzione è stata sfatata definitivamente e, come abbiamo già detto nell’articolo sull’arredamento con la pietra naturale, marmi e pietre sono materiali indicatissimi per conferire la giusta dose di raffinatezza ad ogni abitazione, anche a stampo moderno e minimale.

La si può inserire un po’ dappertutto: nei top in cucina ma anche in bagno, nei tavoli delle sale da pranzo o nelle pareti in salotto, magari in combinazione con tavolini, mobili e suppellettili. Ma quali sono, concretamente, queste nuove tendenze arredamento 2020 di cui tanto si parla? Scopriamole insieme.

Nuove tendenze arredamento e interior design per il 2020

Il nuovo orientamento sull’arredamento e il design per il nuovo anno è emerso già alla Design Fashion Week di Milano di settembre.

Pare proprio che nel corso dei prossimi mesi assisteremo al trionfo dei colori naturali come il marrone chiaro, il tortora, il verde e, più in generale, tutti i colori pastello.

Non c’è da stupirsi, quindi, se il colore Pantone 2020 in tema di arredamento è il Bleached Coral, un colore dai toni caldi ispirato ai coralli.

Come già anticipato, si conferma la propensione a inserire elementi vintage in un contesto moderno e minimale, per impreziosire e conferire maggiore eleganza a un ambiente sobrio dalle linee semplici.

È proprio all’interno di questa temperie che tornano in auge materiali che mai ci saremmo aspettati di vedere ancora, come la pelle e il velluto dai colori caldi e, soprattutto, la pietra naturale e il marmo, che saranno tra i materiali più utilizzati nel 2020, sia per i pavimenti e le grandi pareti, sia per i piccoli elementi e complementi d’arredo.

Tendenze arredamento con pietra naturale: gli abbinamenti

La pietra sta bene su tutto. No, non è un’esagerazione ma una autentica certezza e nel 2020 lo sarà ancora di più.

Si abbina perfettamente ai colori pastello, al bianco, al grigio e tutte le tinte neutre che abbiamo già elencato precedentemente ma risulta molto elegante anche con il total black, con gli elementi in legno o all’interno di ambienti che sfruttano il contrasto tra il caldo della pietra e il freddo degli altri materiali.

Si tratta di abbinamenti audaci, che strizzano l’occhio al passato senza perdere di vista lo stile moderno e la leggerezza di un design pulito e senza troppi fronzoli. Sarà un 2020 all’insegna del marmo e della pietra naturale che detteranno legge in termini di eleganza, raffinatezza e lusso nell’arredamento di ambienti domestici interni ed esterni.


Scopri le nostre migliori proposte sui pavimenti e approfitta subito dell’offerta del mese!

Liscio  Anticato  Modulare  Color Cotto  Offerta del Mese  Stock in Offerta


CLICCA QUI E INVIA UNA MAIL PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Compila il modulo di richiesta per richiedere un CAMPIONE di pavimenti in pietra anticata.

Spese di consegna
Provvedo personalmente al ritiro: Euro 0,ooSpedizione in contrassegno Euro 25,ooPreferisco pagare con Paypal Euro 20,oo

Pavimenti in pietra idrorepellente

Bonus pavimenti 2020: come ottenerlo

BONUS PAVIMENTI 2020
BONUS PAVIMENTI 2020 | pietra naturale squadrata antichizzata

Il bonus ristrutturazioni, in vigore già da alcuni anni, è stato confermato e prorogato anche per il 2020. Un’ottima notizia per chi lavora nell’edilizia ma soprattutto per tutte quelle famiglie che potranno effettuare svariate opere di rinnovamento senza troppe pressioni e difficoltà in termini economici.

Tra i molteplici interventi che rientrano nel novero del bonus ristrutturazioni c’è anche quello relativo al rivestimento delle superfici interne ed esterne di casa, una modifica talvolta onerosa che può richiedere anche la totale sostituzione del pavimento.

Per questa e per tutte le altre attività da svolgere c’è il Bonus casa: un concreto aiuto che rende meno pesanti le imposte da versare al momento della dichiarazione dei redditi.

Come funziona la detrazione per il rifacimento delle superfici di casa?

Il bonus pavimenti 2020 differenzia due diversi casi: il condominio e la casa privata.

Condominio

Per quanto riguarda gli interventi in condominio, bisogna distinguere tra quelli interni e quelli esterni all’edificio.

La opere di riparazione, sostituzione e rifacimento della pavimentazione interna di un condominio sono sempre detraibili, se si tratta di ambienti comuni, e le voci interessate sono le seguenti:

  • fornitura

  • posa in opera

  • rimozione della superficie preesistente

  • ripristino del sottofondo

Per poter beneficiare delle detrazioni, però, è indispensabile che non si modifichi minimamente il collocamento del nuovo pavimento rispetto al vecchio.

Nel caso dei condomini sono incluse nel Bonus ristrutturazione anche la riparazione di scale, corridoi e ingressi, sempre se si è provveduto al regolare pagamento della quota che comprende la propria parte nei lavori di rinnovamento.

Anche la sostituzione della pavimentazione esterna di un condominio è inclusa nella detrazione, a patto che essa sia identica a quella precedente in termini di dimensioni e materiali utilizzati.

Sostituzione pavimento casa privata

Se le spese per la sostituzione del pavimento riguardano una singola abitazione, allora bisogna fare una differenza tra le diverse situazioni.

In particolare, se si effettuano opere di ristrutturazione per fini esclusivamente estetici, allora tali spese non potranno essere portate in detrazione, poiché considerate una semplice manutenzione ordinaria, quantomeno dal punto di vista fiscale.

Pavimenti in pietra idrorepellente
Bonus pavimenti 2020 | pavimenti in pietra idrorepellente

Come comportarsi per richiedere il Bonus pavimenti?

Per far rientrare i costi sostenuti con l’intervento di ristrutturazione nella voce del bonus, bisogna includere l’opera in un progetto di lavori di manutenzione e rifacimento più ampio e complesso.

Ad esempio, il rifacimento dell’impianto idraulico, che rientra a pieno titolo nel Bonus casa, rende necessaria anche la sostituzione del pavimento, pertanto si potrà usufruire del Bonus ristrutturazione del 50%.

Se invece il rifacimento del pavimento è direttamente collegato a un progetto che punta al miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione, allora l’opera risulterà ammessa all’Ecobonus e garantirà una detrazione del 65%.

Quali sono gli importi del Bonus pavimenti 2020?

L’agevolazione fiscale del Bonus ristrutturazioni consiste in una detrazione IRPEF del 50% dei costi sostenuti, fino a un importo massimo di 96.000€ (come importo totale di spesa).

Pertanto, qualora si effettuasse un lavoro di ristrutturazione con una spesa pari al massimo previsto dalla legge, si potrebbe detrarre fino a un massimo di 48.000€, ovvero il 50% di 96.000€. Tale detrazione si realizzerebbe in 10 rate annuali che, nel caso riportato nell’esempio, ammonterebbero a 4.800€.

Pavimenti in pietra taurina
Bonus pavimenti 2020 | Pavimenti in pietra taurina

Bonus pavimenti 2020: quali sono le modalità di pagamento previste?

Per ottenere la detrazione, è necessario che il pagamento venga effettuato mediante un bonifico parlante, postale o bancario, che presenti la causale del versamento con riferimento alla norma (art. 16-bis del Dpr 917/1986), il codice fiscale del beneficiario, il numero e data della fattura (non obbligatorio ma consigliato).

Chi può richiedere il Bonus?

La detrazione fiscale del Bonus ristrutturazioni non può essere richiesta da tutti, ma deve essere presentata dai seguenti soggetti:

  • proprietari dell’immobile

  • titolari di un diritto sull’immobile (usufrutto, uso, abitazione o superficie) o nuda proprietà

  • inquilini

  • soci di cooperative

  • soci delle società semplici

  • imprenditori individuali (solo se si tratta di immobili che non fanno parte di beni strumentali).

Inoltre…il bonus pavimenti 2020 può essere l’occasione giusta per arredare la tua casa con la pietra naturale!

Rivestimento a spacco in pietra

Arredare casa con la pietra naturale: alcuni consigli

Rivestimento a spacco in pietra
Arredare casa con la pietra naturale: rivestimento a spacco in pietra

Hai acquistato una nuova abitazione e hai voglia di personalizzarla in modo audace ed elegante? Vuoi cambiare l’arredamento di casa e cerchi una soluzione ricercata e di tendenza?
Scopri la pietra naturale e leggi alcuni consigli per valorizzarla al meglio!

Che si tratti di una ristrutturazione o di una costruzione ex novo, intervenire sulla tua abitazione è sempre un’esperienza emozionante perché ti dà la possibilità di esprimere i tuoi gusti e farti sentire perfettamente a tuo agio nel tuo ambiente domestico, quello più importante.

Ciò di cui parleremo nell’articolo di oggi è la tendenza, in forte crescita negli ultimi anni, di rivestire gli ambienti interni con la pietra naturale. Di che si tratta? Conviene a tutti o è indicato solo per alcune tipologie di stile? Scopriamolo insieme.

In passato, i rivestimenti in pietra venivano utilizzati esclusivamente nelle costruzioni rustiche come masserie, casolari o case in campagna ma ormai la pietra ha fatto innamorare anche i fan degli stili più moderni e raffinati, dove riesce a inserirsi perfettamente, donando un tratto sofisticato e molto apprezzato, attraverso nuove combinazioni di materiali ed elementi.

Prima di scegliere il tipo di pietra da impiegare nel rivestimento, però, è bene studiare la luminosità dell’ambiente, poiché una pietra ben levigata e chiara, che riflette bene la luce, sarà in grado di illuminare maggiormente una stanza, mentre una pietra più scura e ruvida conferirà all’ambiente un tono caldo, intimo e familiare. Ecco alcuni suggerimenti in base alla tipologia di abitazione e allo stile dell’arredamento.

Rivestimenti interni in pietra naturale

Anche se a prima vista sembrerebbe indicata solo per un taglio classico, una parete in pietra grezza si sposa perfettamente anche con l’arredamento moderno, ad esempio in cucina, dove potrà essere posizionata in corrispondenza dei fuochi o del lavabo per garantire un’ottima resa armonica data dal connubio tra pietra e stile moderno.

Questa soluzione permette di avere un’estetica variegata, senza il bisogno di separare gli ambienti ma, al contempo, risulterà elegante e ricercata, perfetta per chi dispone di ambienti di grandi dimensioni.

arredo interni: parete rivestita in pietra naturale
Arredare casa con la pietra naturale: parete rivestita in pietra naturale

Arredare casa con la pietra naturale: quale colore scegliere?

Le soluzioni sono molteplici ma il consiglio è di non ricorrere a materiali eccessivamente scuri se non si è sicuri di avere un ambiente molto luminoso, altrimenti si rischierebbe di incupire la stanza. Inoltre, una zona ben illuminata sarà in grado di valorizzare la pietra naturale, la sua brillantezza e la sua grana. La Pietra Taurina, ad esempio, rappresenta un’ottima scelta per chi desidera ricreare un’atmosfera calda e avvolgente in una stanza perfettamente illuminata.

Le potenzialità della pietra naturale sono notevoli e i suoi impieghi sono davvero tanti, anche solo per mettere in risalto alcuni spazi o elementi all’interno della casa.

Proprio così, la pietra svolge egregiamente anche il ruolo da non protagonista: immagina un’ampia parete in listelli rettangolari dove alloggia un orologio antico, un quadro, una nicchia o una scultura di cui esaltare le forme e i colori.

Negli ultimi anni, poi, la pietra naturale ha iniziato a ricoprire ruoli gradualmente più rilevanti anche per l’arredamento della zona bagno. Non è più solo il classico marmo bianco a farla da padrone ma anche marmi più scuri, il travertino, l’arenaria, sia per quanto concerne i pavimenti, sia i rivestimenti, il lavabo o il piatto doccia.

La pietra è versatile e non c’è gusto personale o stile di arredamento che non possano essere soddisfatti dal suo impiego nell’arredamento di casa.

CLICCA QUI E INVIA UNA MAIL PER MAGGIORI INFORMAZIONI


VISITA ANCHE LE SEZIONI:


Liscio  Anticato  Modulare  Color Cotto  Offerta del Mese  Stock in Offerta


lavandino in pietra per cucina

Produzione e vendita di lavandini in pietra naturale.

I lavandini in pietra per esterno sono per sempre. Il lavandino in pietra è un elemento presente in ogni casa ed è necessario anche nel bagno. I lavandini per cucine in muratura. Come ogni elemento d’arredo che sia realizzato con la pietra, sono adatti a qualunque stile e gusto abitativo. Sono lavandini in pietra super classici ed anche un pizzico rustici, se inseriti in un contesto che richiama al passato. Ma possono anche reinventarsi e diventare lavandini in pietra innovativi quando vengono collocati in spazi moderni. Se il dubbio che vi assale al momento dell’acquisto di un lavandino in pietra è se sia possibile conciliare l’arredamento moderno o rustico della vostra abitazione, la risposta è: certo che si può.

Si può, eccome. Lo stile fusion, negli ultimi anni, è in costante crescita ed è davvero la soluzione adatta per chi ama mescolare i pezzi d’arredamento, confonderli, adattarli, armonizzarli tra loro. Il risultato di questa operazione è una casa che parla di chi la vive, che ne è il diario di viaggio, ne racconta le storie, le passioni, le tendenze ed i gusti, per quanto variabili essi siano. Ben vengano i lavandini in pietra anche in contesti extra chic purché la parola d’ordine sia “combinare”.

lavandino in pietra per cucina
lavandino in pietra per cucina

Tutti i lavandini in pietra sono ricavati da un unico blocco di pietra con colori e venature uniche che solo la natura sa regalarci.

I lavandini in pietra hanno uno stile rustico che ricordano la vita di campagna. Ma allo stesso tempo sono lavandini in pietra che si adattano ad ambienti moderni e grazie ai colori neutri si abbinano alle diverse tipologie di arredamento.

Sono duri e indistruttibili la manutenzione è semplice.

 

CLICCA QUI E INVIA UNA MAIL PER MAGGIORI INFORMAZIONI


PAVIMENTI IN PIETRA DA ABBINARE:


Liscio  Anticato  Modulare  Color Cotto  Offerta del Mese  Stock in Offerta