E’ l’ora di… orologi in pietra leccese.

Gli orologi in pietra leccese in principio fu la meridiana in pietra. Ovvero uno strumento semplice ed efficace per la misurazione del tempo. Detta anche, ma in maniera non del tutto precisa, orologi solare o quadrante solare. Bastava un piano, solitamente in pietra, ed un elemento verticale, come una seconda pietra dalla forma allungata o anche un bastoncino, conficcato in un punto x del piano. Che, al passare del tempo e quindi del Sole, proiettasse la sua ombra sul piano stesso. In base all’ombra era possibile leggere il volgere delle ore e lo scorrere delle giornate in maniera immediata. La meridiana era una tecnica di misurazione del tempo già nota agli antichi egizi e ad altre civiltà antiche, e venne adottata anche da greci e da romani ed addirittura sembra.

Che già l’uomo del Neolitico sfruttasse i movimenti apparenti del Sole per risalire ad una forma arcaica di orario, che scandisse le diverse fasi della sua difficile, ed anche un po’ monotona, giornata. Del resto, il meccanismo che ne è alla base è tanto semplice quanto geniale. E, d’altro canto, le moderne lancette che si muovono sul moderno quadrante dei moderni orologi in pietra leccese non si discostano poi tanto da quell’ombra sul piano della meridiana utilizzato in principio.

La puntualità non è acqua. E’ orologi in pietra leccese.

Per quanti passi in avanti abbia fatto la misurazione del tempo da allora ad oggi, essere puntuali ad un appuntamento non è affatto semplice. Lo sanno fin troppo bene gli innamorati costretti ad attese estenuanti nelle macchine sotto casa del partner. I tantissimi pendolari quotidianamente chiamati a corse disperate nella prospettiva (labilissima) di acchiappare un treno al volo per evitare di aspettare il proprio, sempre impietosamente, puntualmente, in ritardo. Il dramma del nostro tempo è non avere tempo. Non c’è tempo per noi stessi, tempo per la vita privata, tempo per lo sport, tempo per il tempo libero, tempo per la noia. Tempo per pulire casa, tempo per chiacchierare al telefono, tempo per perder tempo in occupazioni secondarie che però ci riempiono la giornata. Si va di fretta.

Ci si sveglia e si va di fretta.

Doccia di fretta, colazione di fretta, in auto di fretta, nel traffico di fretta, al lavoro di fretta. Le giornate dei nati nel XXI secolo sono una corsa continua, una gara contro il tempo, contro il dispendio di istanti che poi ci saranno utili a fine giornata. Un po’ come il Bianconiglio, personaggio nato dalla fantasia di Lewis Carrol assieme ad Alice e che, in quel paese delle meraviglie la accompagna sempre di corsa perché non ha mai abbastanza tempo per fare chissà che cosa.

Essere puntuali non è facile. Serve un aiutino.

Serve, per esempio, dei bei orologi in pietra che rompa gli schemi. Come orologi in pietra leccese. Che non teme il tempo perché dura in eterno, e questo è già un buon inizio. Gli orologi in pietra leccese è come lo vogliamo. Ha dalla sua l’unicità, perché è un’opera di artigianato, realizzata dalle mani esperte di maestri artisti che lo plasmano come si fa come un’opera d’arte. E infatti oltre alla funzione di segnare il ticchettio dei secondi, ha anche quella di arredare la casa conferendole il gusto che più si preferisce. Insomma è una occasione in più per apporre la propria firma stilistica alla propria abitazione sottolineando lo stile che ne è alla base.

Gli orologi in pietra leccese diventa in tal modo una scultura,

che pertanto abbandona i formati standard del quadrato o del tondo per assumere quelli più vari che traggono ispirazione dagli elementi naturali o dal mondo animale. Così possono diventare un utile elemento decorativo per le camerette dei bambini, assumendo una forma più divertente e originale, oppure, mantenendo un gusto più classico o tradizionale, finire sulle pareti o sui mobili delle sale da pranzo o dei living più complicati. Gli orologi in pietra leccese può naturalmente avere le dimensioni che si preferiscono, rispondendo alle necessità di spazio di qualunque soluzione abitativa.

Carpe diem. Cogli l’attimo con un bel orologio in pietra leccese.

E proprio perché il tempo è uno dei beni più preziosi che oggi si possano possedere, regalare un orologio in pietra leccese. Significa regalare il proprio tempo a chi ci sta veramente a cuore. Non è un regalo per tutti, naturalmente, ma va accuratamente destinato. Regalare un orologi in pietra leccese a qualcuno significa promettergli il proprio tempo, la propria vicinanza, la propria predisposizione a stargli accanto. Può voler dire, ancora, “ti regalo il mio tempo, quando non ne avrai, e sbrigheremo tutte le incombenze in men che non si dica”.

Cogliete l’attimo, finché ve ne è data la possibilità. Regalate il tempo, regalate orologi in pietra. Trovate una scusa plausibile per fare un regalo a voi stessi. Il ticchettio delle lancette sulla pietra leccese possono anche avere una funzione di antistress che allontana dai cattivi pensieri ed addolcisce il silenzio. Ascoltiamolo, concentriamoci su quel variare sempre uguale a se stesso. Il peggio sarà passato e noi ce l’avremo fatta.

 

Contatta La Pietra Taurina per avere maggiori informazioni su prodotti e lavorazioni.

Translate»

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa privacy